Presunzione di connivenza

Da Libro bianco.

Categoria: Metodi

Questo schema si applica a chiunque tenti di apportare un chiarimento o di ristabilire una verità o anche semplicemente di far apparire un pregiudizio come tale. Il fatto di ristabilire una verità rispetto a una non-verità è immediatamente inteso come un "atteggiamento di parte" e procura all'autore la patente di "apologeta", ovvero di uno che per partito preso vuole difendere l'indifendibile. Contro di lui scatta così la presunzione di connivenza, e tutto ciò che egli dice diventa la prova di una malcelata complicità con l'accusato e con il suo già sempre accertato nazismo e antisemitismo. Il presunto connivente diventa quindi a sua volta un estremista, un ultras heideggeriano, i cui argomenti, indipendentemente dal loro contenuto di verità, rappresentano un mero segnaposto nel computo valoriale delle c.d. "posizioni" sul "caso Heidegger". A seconda del posto che l'estensore dell'articolo sceglie di occupare in tale computo valoriale, i presunti conniventi vengono di volta in volta rappresentati come ingenui creduloni, oppure "minimizzatori", "relativizzatori", "adepti" di qualche innominabile congiura e finanche impostori e "denazificatori".

Si veda anche la voce Negazionismo.

Metodo applicato nei seguenti Articoli:

1940322IGI02 Il Giorno 22 marzo 1994 Nolte rilancia la tesi: pensare e errare in grande Armando Plebe

1980611ISO Il Sole 24 ore 11 giugno 1998 Heidegger e la grande "fesseria" Maurizio Ferraris

1980625IXX Liberal 25 giugno 1998 Ingiustificabili quegli "Scritti politici" di Heidegger Mario Accetto

1980724IMA Il manifesto 24 luglio 1998 Heidegger in discesa libera Sandro Mezzadra

1981101IRL La Rivista dei Libri novembre 1998 L'errore di Heidegger Sandro Barbera

2020707ISO Il Sole 24 ore 7 luglio 2002 Heidegger, la Resistenza dell'Essere

2050629ICS Corriere della Sera 29 giugno 2005 Heidegger «nazista»: gli intellettuali vanno alla guerra Frediano Sessi

2060213ICS Corriere della Sera 13 febbraio 2006 Heidegger nazista, difensori contro colpevolisti nello stesso libro Frediano Sess

2060714ILE Left 14 luglio 2006 Lo sciamano che fa ammalare Livia Profeti

2060714IRI Il Riformista 14 luglio 2006 Senza Heidegger, in Germania non puoi fare l'insegnante Marco Filoni

2061030ILE Left 30 ottobre 2006 Faye, la verità su Heidegger Livia Profeti

2061217IAV Avvenire 17 dicembre 2006 Edith Stein, il coraggio del pensiero Alasdair Macintyre

2070126IAV Avvenire 26 gennaio 2007 Nazismo, esce in Francia il libro pro Heidegger

2070217ILE

2081020IRE La Repubblica 20 ottobre 2008 Le conseguenze di Heidegger Antonio Gnoli e Franco Volpi

2101007IWW Arianna editrice 7 ottobre 2010 L'amore "maledetto" fra Heidegger e Hannah Arendt getta una luce sui misteri dell'anima Francesco Lamendola

2101105IWW Blog “Storia soppressa” 5 novembre 2010 L’interpretazione che mutila i testi di Heidegger per umanizzarlo Reinhard Linde

2120708IMA Il Manifesto, 8 luglio 2012 Nessuna svolta per Heidegger Maurizio Ferraris

2140314ICS Corriere della Sera, 14 marzo 2014 Heidegger, antisemita e vero nazista Ranieri Polese

2140313IMA La Stampa, 13 marzo 2014 Heidegger e gli ebrei, tutto quello che avreste voluto sapere Alessandra Iadicicco

2150417ICS Corriere della Sera, 17 aprile 2015 Addio Heidegger! Richard Wolin

2150721ICS Corriere della Sera, 21 luglio 2015 Heidegger scelse Hitler e non cambiò mai idea Emmanuel Faye

2150731ICS Corriere della Sera, 31 luglio 2015 Il monito di Heidegger ai Tedeschi: "Non piegatevi alla democrazia" Donatella Di Cesare

Strumenti personali