Ostilità verso Husserl

Da Libro bianco.

Categoria: Voci

Una tradizione pubblicistica di lunga data è solita dipingere il rapporto tra Martin Heidegger ed Edmund Husserl nei termini di una serie di torti commessi dal primo nei confronti del secondo. Il prototipo di questa pubblicistica si trova forse in un passo del romanzo di Günter Grass Hundejahre ("Anni di cani", 1963):

«Specie di cane ontico! Cane alemanno! Cane dal berretto di cotone e scarpe chiodate! Che cos'hai fatto al povero Husserl... specie di cane nazista presocratico!»

Sul leitmotiv del "povero Husserl" maltrattato dal "cane nazista" Heidegger sono stati quindi coniati molteplici ritornelli:

  • Heidegger fece carriera a spese di Husserl (vedi la voce Opportunismo)
  • Heidegger interruppe ogni rapporto con Husserl nel 1933 perché era ebreo (vedi la voce Antisemitismo)
  • Heidegger cancellò la dedica a Husserl in Essere e tempo (vedi la voce Dedica a Husserl)

La voce della supposta ostilità verso Husserl si appoggia su una o più di queste Voci, le quali a loro volta "funzionano" perché implicitamente fondate sul presupposto della suddetta ostitlità - configurando così una situazione caratteristica di Circolarità anti-ermeneutica.


Voce utilizzata nei seguenti Articoli:

1871024IRE03

1900602IRE1

1960725IST

1970501IXX

2020321IRE

2041120IST

2060112IWW

2091109IRE

Strumenti personali