Allineamento dellUniversità

Da Libro bianco.

Categoria: Voci

"Heidegger allineò l'università alle direttive del partito nazista"



Questa voce riassume in modo gravemente tendenzioso il senso del rettorato di Heidegger. Infatti, se analizziamo i dieci mesi di rettorato, non troviamo alcun atto - ufficiale e non - in cui si concretizzerebbe tale supposto "allineamento". Vi sono, al contrario, numerosi atti ricordati da Heidegger stesso nel testo Il rettorato 1933/1934: fatti e riflessioni (in Scritti politici) e mai smentiti da nessuna ricostruzione storica che dimostrano piuttosto come il suo tentativo sia stato guidato innanzitutto dalla volontà di resistere ai tentativi di imporre un allineamento dell'università:

  • Il secondo giorno di rettorato, Heidegger vietò l'affissione dello Judenplakat, il "manifesto contro gli Ebrei", nei locali dell'università. Tale manifesto era affisso in tutte le università del Reich (Scritti politici, p. 250)
  • Il quinto giorno di rettorato, Heidegger esentò quattro docenti ebrei, tra cui Edmund Husserl, dagli effetti del decreto-legge del 6 aprile 1933 che istituitva il collocamento a riposo per i docenti di "razza ebraica". Interventi a favore di colleghi ebrei minacciati dalle leggi discriminatorie si ripeterono per tutto il rettorato (si veda la voce Colleghi e studenti ebrei per il dettaglio)
  • I professori che Heidegger nominò presidi di facoltà erano tutti, nessuno escluso, estranei al partito nazista o addirittura potenziali avversari (come il socialdemocratico von Möllendorff, ex rettore che il nuovo regime aveva di fatto destituito) (Scritti politici, p. 250)
  • Quando dal ministero giunse la richiesta di "adeguare" le nomine all'ideologia del partito (e, in particolare, di sollevare dall'incarico due presidi sgraditi al nuovo potere: von Möllendorff, medicina, e Erik Wolff, giurisprudenza), Heidegger rassegnò le dimissioni (vedi la voce Dimissioni dal rettorato).

Il fatto che il rettorato di Heidegger non possa essere in alcun modo compreso in termini di "allineamento" a "direttive" è (o dovrebbe) essere già chiaro dal titolo scelto da Heidegger per il suo discorso d'insediamento: Die Selbstbehauptung der deutschen Universität, "La quadratura in se stessa dell'Università tedesca" - e ciò significa (tra le altre cose): l'università tedesca si quadra nei propri compiti essenziali, dà a se stessa la "linea" e non accetta alcuna "direttiva" esterna.

Voce utilizzata nei seguenti Articoli

1980311IST

1981101IRL

2070704IRE

2101007IWW

Strumenti personali